• Comunicati Stampa Gratuiti

    Pubblica gratis tutti i tuoi comunicati stampa in tempo reale e senza registrazione.
  • Pagine

  • Categorie

  • Archivi

  • Comunicati Stampa Gratuiti informa

    Comunicati Stampa Gratuiti è un servizio completamente gratuito di lettura e pubblicazione di comunicati stampa e article marketing, veloce, senza alcuna registrazione, senza alcun costo, senza alcun link reciproco richiesto, senza pubblicità e senza limitazioni nel tempo circa la presenza dei comunicati stampa. Pertanto sarà comunque apprezzato, per chi ne avrà la possibilità, un link a questo sito.
  • Guida ai comunicati stampa a cura di Grande Portale

    Notizie e Comunicati Stampa gratis

E’ uscito il bando del Premio Città di Empoli Domenico Rea 2010

PREMIO CITTA’ DI EMPOLI DOMENICO REA:

UN OCCHIO ALL’AMBIENTE E ALL’ATTUALITA’ ED UNA TARGA IN MEMORIA DI MARIO VERDONE

E’ uscito il bando per l’edizione 2010 del Premio empolese. Iscrizioni aperte fino al 20 maggio

COMUNICATO STAMPA

EMPOLI (FI) – Alla Casa Editrice Ibiskos Ulivieri di Empoli (FI) si lavora già da tempo alla edizione 2010 del Premio città di Empoli Domenico Rea, la manifestazione organizzata dal Circolo Poeti e scrittori e dalla Casa editrice empolese Ibiskos Ulivieri, in collaborazione con la Rivista Culturale La Ballata di Livorno, l’Associazione Musicale Contemporanea di Pisa, Assoartisti di Roma, la Compagnia Italiana diretta da Maurizio Scaparro, la Fondazione Ignazio Silone guidata da Aldo Forbice ed il quotidiano La Nazione, redazione di Empoli.

Il bando per partecipare è già disponibile presso la casa editrice, le iscrizioni rimarranno aperte fino al 20 maggio 2010.

Quest’anno per la prima volta, il Premio Città di Empoli Domenico Rea sarà composto da ben quattro sezioni, una sezione in più rispetto allo scorso anno. Si tratta della Sezione D, riservata ad un articolo giornalistico. L’idea è nata dalla collaborazione, iniziata già lo scorso anno, con la redazione empolese del quotidiano La Nazione. Questa sezione infatti, si avvarrà, oltre che della giuria, della supervisione del caporedattore de La Nazione di Empoli Alberto Andreotti.

Il tema sul quale produrre un articolo inedito è molto ambizioso: “salviamo il mondo. Politiche corrette per l’ambiente”.

Altra novità di questa edizione l’intitolazione della sezione C, dedicata agli inediti per cinema, teatro e televisione, al grande Mario Verdone, recentemente scomparso. Al vincitore, selezionato tra gli altri anche dal regista Ugo Gregoretti, andrà la Targa Mario Verdone.

In allegato i vincitori empolesi della scorsa edizione insieme all’ideatrice del Premio Alessandra Ulivieri

Per informazioni:

tel. 057179807 – fax 0571700633

e-mail: e-mail

Ufficio stampa Ibiskos Ulivieri

Sara Borchi – Claudio Orlandani

pressofficeesseci

Presentazione del libro “Mute parole e ingannevoli delizie” di Gennaro Oriolo – editore e imprint Ferrari Editore

La casa editrice Ferrari Editore presenta il nuovo libro di poesie e immagini di Gennaro Oriolo.

Venerdì 5 febbraio, la Biblioteca delle Oblate, a Firenze , ospiterà la presentazione della raccolta poetica “Mute parole e ingannevoli delizie” di Gennaro Oriolo (Prefazione a cura di Franco Manescalchi). Delicate ma ancorate alla realtà, intimiste ma allo stesso tempo carnali, le poesie di Oriolo ci accompagnano tra le suggestioni del ricordo intriso di nostalgia, in un intreccio di paesaggi, passaggi, passioni fatte di parole mute e riflessioni sulle ingannevoli delizie della vita e del mondo.

Biblioteca delle Oblate, via dell’Oriuolo 26 – Firenze
05/02/2010 – ore 17.30
Introduce e coordina: Rosa Maria Di Giorgi, Assessore P.I. Comune di Firenze Relaziona: Massimo Seriacopi, critico letterario
Interviene: Settimio Ferrari, editore
Leggono: Vania Rotondi, attrice e Roberto Visconti, attore
Interventi musicali: Erica Fialà, violinista e Anastasia Filippini, violinista

GLI ANNI SCONOSCIUTI VISSUTI DA PADRE PIO A PIETRELCINA

Finalmente rivelato il lungo periodo trascorso a Pietrelcina, dal 1909 al 1916, dal Frate delle stigmate. Nel suo libro Padre Pio, Sette anni di mistero a Pietrelcina, edito dalle Paoline Editoriale Libri di Milano, Donato Calabrese ha scandagliato litinerario storico, spirituale e mistico percorso da Padre Pio nella sua città natale, a causa della misteriosa malattia che lo ha costretto a soggiornare per sette lunghi anni lontano dalla fraternità cappuccina.
Appassionato studioso di Padre Pio e della spiritualità cristiana, Calabrese ha reso finalmente pubblica la vita straordinaria, le manifestazioni soprannaturali, gli insoliti fenomeni mistici, le bilocazioni, le profezie, le estasi ed i tormenti personali e familiari del Frate di Pietrelcina. Un sacerdote, un religioso cappuccino, apprezzato, stimato ed amato, in questi anni nascosti della sua giovinezza, dalla sua gente di Pietrelcina.
Le innumerevoli pubblicazioni dedicate al frate di Pietrelcina hanno considerato tutta la sua vita, ma in modo particolare, la sua missione sul Gargano, lasciando inesplorato un tempo ben definito, eppure fondamentale del suo divenire umano, religioso e mistico. E il periodo di sette anni, trascorsi a Pietrelcina dal 1909 fino al 17 febbraio 1916, ed esprime certamente la fase più alta, spirituale, profonda, e mistica della vita di Padre Pio.
A tale periodo storico è dedicato questo libro che si propone, appunto, di colmare un certo spazio vuoto lasciato dai biografi, ridando valore al tempo vissuto da Padre Pio nella sua Pietrelcina, prima di tornare definitivamente alla vita conventuale.
Questo libro mi sta particolarmente a cuore ha confidato lautore – perché credo che descriva abbastanza fedelmente il periodo più significativo dell’intera esistenza di Padre Pio.
Dal 1909 al 1916, nella sua amatissima Pietrelcina, Padre Pio ha vissuto straordinarie esperienze soprannaturali durante le quali è stato visitato da Gesù, da Maria santissima e dal suo angelo custode. A Pietrelcina Padre Pio ha percorso tutto l’itinerario doloroso della Passione di Cristo, vivendo nel proprio corpo i fenomeni mistici della ferita damore, delle stigmate, della trasverberazione, della flagellazione e coronazione di spine.
Nella sua città natale è stato plasmato con colpi di salutare scalpello, per divenire L’Alter Christus, l’altro Cristo, ed essere forgiato per l’immane missione che svolgerà sul Gargano”.
Questo libro vuole offrirvi il singolare privilegio di contemplare un Santo profondamente segnato da grandissimi carismi, ma anche contrassegnato da immense sofferenze fisiche, morali e spirituali.
Solo leggendolo si può comprendere meglio la eccezionale personalità mistica, oltre che la grandezza, la straordinaria efficacia dellintercessione e la sfolgorante santità di Padre Pio da Pietrelcina (Donato Calabrese).
www.donatocalabrese.it
^^^^^^^^^^^^^
DONATO CALABRESE
VIALE MELLUSI, 94
82100 BENEVENTO tel. 0824-315544 cell. 338-3145085